La bisnonna Augusta.Ha già 80 anni ed i capelli tutti bianchi.

  La bisnonna Augusta è la mamma di Elisa.Elisa profuma sempre di buono .Elisa è la    nonna  materna...

 poi c'è Camillo il nonno, Bruno e Paolo, gli zii, Flavio e Dario, i cugini...

 dopo ci sono Claudio e Agnese, gli altri nonni.

 Olivia, la  zia.

 Ma soprattutto Nadia e Riccardo, la mamma e papà.

 E più importante di tutti c'è Annelì, figlia, nipote, cugina...   nata in un Paese lontano e arrivata  in famiglia con l'adozione.

 

Questa è una favola deliziosa che uso molto spesso con le famiglie adottive e soprattutto con i nonni adottivi per spiegare il nuovo albero genealogico della famiglia.

a volte infatti i nonni adottivi pur essendo pronti ad accogliere e amare il nuovo nipotino che arriva da lontano possono attraversare momenti di crisi che non hanno niente a che fare con la loro capacità di amare e di essere nonni, ma ha a che fare con la nuova visione di sè, della famiglia e della storia della famiglia.

Culturalmente a volte non si è ancora pronti ad immaginare un albero genealogico con un nuovo innesto, vale per le adozioni ma vale anche per le famiglie ricostituite dove i nonni non sono più 4 ma possono diventare di più se la mamma e il papà si sposano nuovamente e portano in dote anche i genitori del nuovo compagno che devono trovare il proprio ruolo nella vita del bambino.

Questi elementi di grande complessità per noi adulti che fatichiamo a immaginarci la sovrapposizione delle relazioni, diventano comprensibili e accettabili dai bambini, nel momento in cui gli adulti stessi sono stati capaci di vedere i nuovi alberi genealogici..oppure, come nel caso del libro di Anneli, come un'orchestra in cui si può creare lo spazio per il nuovo strumento che si aggiunge, sicuri che la melodia sia arricchita dal nuovo suono e dalla nuova armonia

Dott.ssa Paola Gambini - Psicologa- Via Gramsci, n. 56/5 Cadoneghe Cellulare: 3460910748 Mail: info@paolagambini.com